Sperimentazione CLIL “ENGLISH TOGETHER”

Il progetto è nato per sensibilizzare e diffondere la metodologia CLIL al fine di migliorare le competenze linguistiche e trasversali negli alunni, utilizzando la metodologia in laboratori linguistici all’interno delle ore curricolari nelle discipline di geografia, arte e musica. Il progetto rivolto alle classi V della scuola primaria e alle classi I della secondaria di primo grado, ha previsto il coinvolgimento di insegnanti di geografia e la compresenza dell’insegnante di LS per un totale di 20 ore.

Queste le fasi:

1° fase: formazione dei docenti coinvolti;

2° fase: progettazione interventi e produzione di materiali didattici digitali;

3° fase: fase di realizzazione delle attività didattiche con gli studenti;

4° fase: verifica e documentazione del progetto con prodotti multimediali.

Nella nostra scuola gli insegnanti  che hanno aderito al progetto, hanno seguito un corso di formazione con l’equipe della dottoressa Sisti dell’Università di Urbino e hanno sviluppato un percorso didattico e metodologico, utilizzando i software proposti.

La sperimentazione ha coinvolto due classi campione:  la V B del plesso M. Montessori e la V B del plesso F. Corridoni.

Il percorso, che è stato valutato dalle tutor di Urbino, è stato attuato all’interno della disciplina di geografia per perseguire i seguenti obiettivi:

  • Conoscere i concetti principali relativi all’orientamento;
  • Acquisire termini geografici e saperli riutilizzare;
  •  Identificare gli edifici della città associati ad immagini e descrizioni;
  •  Orientarsi su una mappa geografica;
  • Leggere una mappa geografica e ricavarne informazioni;
  • Conoscere aspetti urbanistici e monumentali del proprio paese;
  • Localizzare gli edifici del paese seguendo le indicazioni stradali e saperle verbalizzare;
  • Riconoscere ed esplorare le tracce storiche presenti nel territorio e comprendere l’importanza del patrimonio artistico e culturale.

Gli insegnati hanno articolato l’apprendimento in 5 step di conoscenza dei beni culturali del centro storico fanese, specificandone le indicazioni stradali necessarie per raggiungere il luogo. Sono stati studiati dal punto di vista geografico, artistico e culturale i seguenti monumenti ed edifici:

  • L’Arco di Augusto
  • Augusto Prima Porta
  • La Fontana della Fortuna
  • La tomba di Pandolfo Malatesta
  • La Memoteca Montanari

Una presentazione in Power Point del luogo proposto ha costituito la partenza di ogni step, in cui l’uso delle animazioni ha garantito una modalità ludica dell’apprendere, e un feedback immediato per le conoscenze acquisite. Per le letture di testi sono stati utilizzati dei software che consentono l’ascolto del linguaggio in lingua madre, permettendo anche una regolazione della velocità della lettura.

Il percorso si è concluso con un compito di realtà: una caccia al tesoro nel centro storico di Fano. Attraverso mappe orientative con indicazioni stradali in lingua inglese e, rispondendo a delle domande sulle conoscenze apprese, i bambini hanno potuto sperimentare sul campo le competenze acquisite. Il gioco si è poi concluso con un premio finale. Dalla verifica è emerso che gli obiettivi prefissati sono stati ampiamente raggiunti da entrambe le classi.