Anno scolastico 2016-2017

SCUOLA PRIMARIA

  • SCUOLA
  • Plesso “F. Corridoni” tempo pieno
  • Plesso “F. Corridoni” tempo normale
  • Plesso “M.Montessori”
  • Plesso “D. Raggi”
  • INSEGNANTE
  • Calcina Marta
  • Cardinali Sonja
  • Cirillo Lucia
  • Pelliccia Maria Grazia

SCUOLA DELL’INFANZIA

  • SCUOLA
  • “Girotondo” Vallato
  • “H.C. Andersen” Vagocolle
  • “J. Verne” Tre Ponti
  • INSEGNANTE
  • Bonetti Marisa
  • Budassi Rossella
  • Iacchini Daniela

PROFILO DEL COORDINATORE DI PLESSO/SCUOLA

Il coordinatore di plesso/scuola:

  1. E’ una figura docente che coniuga, nell’ambito della propria scuola, le esigenze di tipo organizzativo/gestionale con quelle didattico/progettuali.
  2. Punti di riferimento per l’iniziativa del Coordinatore di Plesso sono: il P.O.F. di Istituto, le disposizioni e le indicazioni date dal Dirigente Scolastico o Collaboratore suo delegato e la normativa in vigore. In questo ambito e nel dialogo con i soggetti indicati si esplica la sua autonomia.
  3. Risorse interne per la sua attività e iniziativa sono: i colleghi, il personale docente, i rappresentanti dei genitori, l’Ufficio di Direzione e di Segreteria.
  4. Risorse esterne sono: l’Ente Locale, le associazioni e le persone che collaborano con la scuola per la realizzazione dei progetti e per la fornitura dei servizi e varie opportunità formative.
  5. Per i rapporti con i soggetti esterni informa preventivamente il Dirigente scolastico o il Collaboratore delegato per la materia oggetto del contatto esterno.
  6. Rappresenta il Dirigente Scolastico nei singoli Plessi. Sostituisce il D.S.  nelle riunioni del Consiglio di Interclasse/Intersezione tecnico e plenario in caso di sua assenza.
  7. Integra l’ordine del giorno formulato dal D.S. con gli argomenti che, anche in accordo con i colleghi e con l’altro personale della scuola, ritiene necessario portare alla discussione e alla deliberazione.
  8. Riunisce i docenti della scuola quando ritiene opportuno affrontare problemi urgenti o comunque emergenti  prendendo preventivi accordi con il Dirigente Scolastico e con il Collaboratore.
  9. Organizza il lavoro interno dei docenti nelle riunioni di programmazione/progettazione risolvendo, con il concorso del personale ausiliario i problemi logistici e con i colleghi i problemi di funzionalità operativa.
  10. Cura la comunicazione interna da e verso la Direzione e le altre scuole del Circolo e cura il ritiro regolare della posta dalla apposita casella della sede Centrale del Circolo o dalla casella di posta elettronica assegnata alla scuola di appartenenza. Cura l’informazione ai docenti con contratto a tempo determinato.
  11. Cura eventuali azioni di monitoraggio finalizzate al miglioramento delle attività di programmazione e del rapporto scuola-famiglia e di quanto previsto nel “Piano” in accordo con il Collaboratore del D.S. delegato alla gestione e al controllo della effettuazione del “Piano annuale delle attività”.
  12. Promuove le azioni necessarie  alla elaborazione e/o revisione annuale del Progetto di plesso entro il primo mese  dall’inizio delle lezioni impegnando tutti i docenti della scuola anche organizzati per gruppi di lavoro.
  13. Coinvolge per gli aspetti organizzativi interni anche il personale non docente al fine di rendere funzionali l’erogazione dei servizi ausiliari in relazione a: trasporti, mensa, entrata/uscita degli alunni, accoglimento delle persone (Genitori, supplenti o generico “pubblico”), servizio fotocopie, uso del telefono, utilizzo e riordino dei laboratori e delle attrezzature in dotazione e quant’altro.
  14. Chiede l’intervento del Dirigente Scolastico o di un suo Collaboratore delegato e/o del Direttore Amministrativo sulle situazioni di latente o manifesto conflitto, dubbi interpretativi di norme o disposizioni. E’ parte attiva nella buona realizzazione del P.O.F. e della progettualità di Istituto.
  15. Elabora con i colleghi e i rappresentanti dei genitori entro il corrente a. sc. e negli anni successi revisiona entro il primo mese dall’inizio delle lezioni, un Regolamento interno sugli aspetti inerenti la propria scuola non incoerente con le scelte del P.O.F. e della Carta dei servizi del Circolo. Il Regolamento fa parte integrante del Progetto di Plesso.
  16. E’ convocato dal D.S. per riunioni di staff  insieme al Collaboratore vicario e al D.SGA.
  17. Cura, in sinergia con i collaboratori scolastici, la corretta gestione del Registro Antincendio e verifica che i controlli vengano puntualmente effettuati.
  18. Collabora con l’Ufficio di Segreteria nella gestione delle sostituzioni dei colleghi assenti.
  19. Gli viene riconosciuto un compenso forfetario definito per le attività aggiuntive connesse alla funzione nell’ambito delle scelte di utilizzo del Fondo della Istituzione scolastica deliberato annualmente dal Consiglio di Circolo ai sensi del CCNL comparto scuola.